A volte per capire ciò che abbiamo oggi e lavorare sulla sostituzione degli infissi nelle case più antiche, è necessario conoscere il passato.

Gli infissi, come sappiamo, sono uno degli elementi fondamentali dell’architettura delle abitazioni. Sono letteralmente ciò che ci permette di avere case calde in inverno e fresche in estate, tenendo lontane intrusioni di animali, persone e anche insetti all’interno della nostra abitazione.

Da dove derivano le tecnologie che abbiamo oggi?

Nei primi decenni del XX secolo, gli infissi erano principalmente costituiti da finestre in legno, con una semplice apertura a battente. I problemi strutturali non erano molto considerati, l’idea era che l’essenziale fosse di riparare dal forte vento. Con il passare degli anni, gli infissi hanno subito numerose evoluzioni, sia dal punto di vista estetico che da quello prettamente funzionale, complice una maggiore attenzione ai comfort e lo sviluppo di tecnologie adeguate.

Negli anni ‘50, con l’esplosione del boom economico e l’aumento della produzione metallurgica, gli infissi in alluminio cominciarono ad affermarsi, grazie alla loro resistenza, leggerezza ed eleganza. Le finestre in alluminio garantivano inoltre una maggiore protezione dalle intemperie e dalla pioggia e una maggiore durata nel tempo rispetto alle finestre in legno.

Negli anni ‘70, gli infissi subirono un’altra evoluzione importante, grazie all’introduzione del PVC. Questo materiale, già utilizzato per la produzione di tubi elettrici, dimostrò presto di essere ideale per la realizzazione di infissi, grazie alla sua elevata resistenza alle intemperie, alla corrosione e all’usura.

 

Fu proprio con l’avvento del PVC che gli infissi subirono una vera e propria rivoluzione, portando alla creazione di prodotti incredibilmente resistenti, durevoli e performanti. Il PVC, infatti, è un materiale termoplastico, cioè in grado di essere modellato facilmente e di adattarsi a qualsiasi forma e dimensione. A questo va aggiunta la possibilità di personalizzazione estrema, grazie a colori disponibili in un’ampia gamma e pressoché forme infinite realizzabili con poco sforzo.

L’evoluzione del vetro nella realizzazione di infissi

Negli ultimi anni, gli infissi hanno subito un’altra importante evoluzione, grazie all’introduzione di tecnologie innovative come la vetrocamera, cioè una doppia o tripla lastra di vetro, separata da una camera d’aria. Questa soluzione permette di ridurre le dispersioni termiche e acustiche, garantendo una maggiore efficienza energetica. Nello specifico FinestraFacile si avvale della vetrocamera bassoemissiva con gas Argon e triplo vetro per il massimo comfort termico ed acustico.

 

Oltre alla vetrocamera, sono state introdotte anche altre tecnologie innovative, come l’utilizzo di materiali compositi, cioè la combinazione di diversi materiali (ad esempio alluminio e PVC), per ottenere infissi ancora più performanti e resistenti. Inoltre, sono state introdotte soluzioni per l’automazione degli infissi, come la possibilità di aprire e chiudere le finestre grazie ad avvolgibili in alluminio motorizzati azioni tramite un telecomando o persino un’applicazione sullo smartphone.

 

Nel corso dei prossimi anni, sicuramente saranno altre le evoluzioni che si verificheranno, permettendoci avanzamenti ancora più incisivi per quanto riguarda la qualità e l’efficienza degli infissi.

 

Per ora, qualsiasi esigenza tu abbia in merito alla sostituzione o installazione di infissi, rivolgiti agli esperti di FinestraFacile: grazie ai nostri esperti di posa qualificata in tutta Italia e le consegne rapide e garantite, potremo trovare una soluzione ad ogni tua esigenza, insieme.

Top Chiamaci
× Whatsapp