Il ministro Lupi conferma le detrazioni per ristrutturazioni ed efficienza energetica: il Governo intende prorogarle nel 2015 con la Legge di Stabilità evitando la riduzione prevista, integrandole agli incentivi dello Sblocca Italia.

La Legge di Stabilità 2015 conterrà la proroga dei bonus per ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica degli edifici, che non saranno rimodulati ma resteranno ai livelli attuali: 50 e 65%. La conferma arriva dal ministero delle Infrastrutture Maurizio Lupi.

Secondo gli ultimi aggiornamenti Cresme e Camera dei Deputati, il Bonus Casa nel 2013 ha prodotto interventi per 27,5 miliardi di euro (+40% sul 2012) dei quali 23,5 mld da investimenti in ristrutturazioni e 4 mld da lavori di riqualificazione energetica.

L’Ecobonus 65%% prevede importi massimi che cambiano a seconda della tipologie di riqualificazione energetica: 100mila euro per la riduzione del fabbisogno energetico dell’edificio, 60mila euro per interventi su pareti e infissi e per l’installazione di pannelli solari, 30mila euro per sostituire l’impianto di climatizzazione invernale (la caldaia). adidas bounce La detrazione 50% sulle ristrutturazioni edilizie compre una spesa massima di 96mila euro per una singola unità immobiliare. fleeces sweatshirts Agevolati al 50% anche gli interventi antisismici, sempre fino a un massimo di spesa di 96mila euro. C’è infine il Bonus Mobili, pari al 50% su una spesa massima di 10mila euro, che però deve riferirsi necessariamente a mobili o elettrodomestici destinati a un immobile oggetto di ristrutturazione agevolata.